Costi: alti?..diversi?…ecco il perché!!!

Lettera aperta relativa alle tariffe per l’accompagnamento di iniziative in Ambiente

 

Negli anni di “lavoro” in Ambiente, mi sono capitate ( e mi capiteranno), segnalazioni, anche da parte di amici e persone vicine, che rilevano che il prezzo delle mie iniziative(10 € , con agevolazioni per famiglie o gruppi), sia elevato  rispetto alla prestazione proposta.

 

Per questo motivo mi sento in dovere di far presente alcuni elementi che contribuiscono a definire il prezzo del servizio

  • Il lavoro della guida, che il partecipante apprezza con la conduzione, è solo ¼ del lavoro necessario per approntare la gita stessa. Sono necessari sopralluoghi, contatti, raccolta iscrizioni per mail o telefono, contatti con commercialista, emissione di documenti fiscali, iscrizione ad associazione di categoria, preparazione del materiale pubblicitario (volantino), telefonate (…tante), continui aggiornamenti della lista iscritti, prenotazioni per ristorazioni o contatti nel corso della gita ecc. Dopo la gita, occorre altro tempo per rendicontare, caricare le foto sul sito, aggiornare la mailing list ecc.
  • Le tasse superano il 50% del ricavato, dunque dei 10 € che ritiro rimangono meno di 5€
  • Sono un professionista, organizzo e conduco cercando di ottenere che chi partecipa alle mie gite vada a casa contento…Facciamo qualche paragone con altre attività ricreative: per accedere ad una multisala spendiamo volentieri 7-8 € per “divertirci” da seduti per 120 minuti…poi magari paghiamo il parcheggio ed i pop-corn altri 5-7 €. Quello che vediamo , lo stanno vedendo altre migliaia di persone nel mondo…

Quando segui una mia gita, vedi ed ascolti cose che SOLO TU vedi ed ascolti, sei in ambiente e ci stai altro che 120 minuti… Il servizio è, per quanto possibile, personalizzato.

 

So bene che ci sono proposte a prezzi inferiori ma va detto che spesso si tratta di volontari a cui non è richiesta una preparazione specifica o aggiornamenti professionali. Inoltre, chi conduce per conto di  Associazioni ha una tassazione più leggera, molti compiti che devo assolvere come guida sono a carico dell’Associazione (che spesso sfrutta sovvenzioni esterne alle quali, come libero professionista non ho accesso).

RELATIVAMENTE ALLE TARIFFE DIVERSE SU INIZIATIVE SIMILI O SULLA STESSA INIZIATIVA IN ANNI DIVERSI: Se avete rilevato che applico tariffe differenti su iniziative simili o sulla stessa iniziativa in edizioni diverse, vi spiego che le gite non mi rendono quasi nulla e spesso non rientro del tempo perso per produrle. I soldi che chiedo sono a seconda del “partner” con il quale produco l’iniziativa. Ecco che la tariffa è di 2 o 5€ per quelle con il CAI, 10 o 5€ per quelle con “Itinerando” o,addirittura ad “offerte libera” se la gita la propongo senza altri referenti..resta che di quello che mi date , non mi rimane niente nel caso del CAI, e qualcosa negli altri.

Da tutte le riflessioni fatte, e considerando che il prodotto ha un costo che si basa sulla sua   qualità,  mi sento di dire che 10 € per partecipare ad una mia gita, non sono una gran cifra e soprattutto mi sembrano soldi spesi bene.

Spero condividiate il mio giudizio (…..fatemi sapere, se vi va….)  e vi aspetto numerosi alle mie gite !!

I commenti sono chiusi.